Sostegno a distanza


CON MENO DI 1,00 € AL GIORNO (82 CENTESIMI) SI SOSTIENE  UN BAMBINO A DISTANZA.


COSA E’


i sostegno a distanza è una forma di aiuto e sostegno con la quale una persona, una famiglia, un gruppo di amici o colleghi possono offrire ad un bambino la possibilità di crescere nel proprio paese con una migliore qualità della vita, ricevendo gratuitamente un alloggio, cibo, cure mediche, istruzione e formazione professionale.
Sebbene nasca dall’imprescindibile impegno economico dei sostenitori, il rapporto con il bambino assistito si arricchisce di un legame affettivo crescente, fatto di semplici scambi di corrispondenza, fotografie, o quant’altro necessario ad allontanare il senso di abbandono ed emarginazione.

 


COME FUNZIONA

Il sostegno a distanza è un impegno morale e quindi non è vincolante come un contratto. A chi l’assume richiediamo almeno un anno di sostegno, sperando tuttavia di poter contare su un periodo maggiore. Tralasciando l’aspetto economico, nel delicato processo di crescita del bambino la frequente riassegnazione è comunque una procedura sgradevole se si considera l’eventualità di scambiare corrispondenza o ricevere visite da persone sempre diverse.
Chiediamo perciò a tutti i sostenitori di valutare coscientemente la scelta di adottare un bambino a distanza, consigliando a coloro non pienamente convinti di indirizzarsi inizialmente verso una donazione libera.

 


COSTI E MODALITÀ


La quota annua per il sostegno è di 300,00 € (circa 25,00 € al mese...meno di 1,00 € al giorno) e può essere versata mensilmente, ogni sei mesi o una volta all'anno.
Attivare o rinnovare un sostegno a distanza è molto semplice: basta effettuare un bonifico bancario o un versamento sul C/C postale, inserendo nella causale i propri dati personali comprensivi di indirizzo e specificando se si tratta di un rinnovo o di una nuova sottoscrizione.
L'Associazione invierà una scheda del bambino con tutti i dati ed una fotografia. Per il rinnovo sarà comunque nostra premura mandare un promemoria all’approssimarsi della scadenza.

 


CONTATTI CON IL BAMBINO


Oltre alla scheda iniziale, compatibilmente con i viaggi dei volontari, si riceveranno periodicamente notizie, piccole lettere o disegni a seconda della situazione e dell’età. Se il bambino è troppo piccolo e non sa scrivere, la comunicazione sarà redatta da uno dei responsabili presenti in loco. Si potranno comunque richiedere in ogni momento informazioni sullo stato del bambino.

Tutta la corrispondenza che si desidera inoltrare deve essere indirizzata a Brescia presso la sede dell’associazione che ne curerà lo smistamento il prima possibile. Un incoraggiamento a studiare con impegno, una foto o una cartolina, possono significare molto. Chiediamo solo di non scrivere il proprio indirizzo e non fare cenno a denaro o religione, per evitare che adulti vicini al minore possano strumentalizzare il messaggio in modo inappropriato. Le lettere possono essere scritte anche in italiano e verranno tradotte dai volontari vicini ai bambini.
E’ possibile, inoltre, inviare materiale di peso e dimensioni contenute sempre presso la sede dell’associazione che provvederà a consegnarlo tramite i volontari in partenza o con il primo container disponibile. Esso verrà distribuito secondo i criteri di equità e necessità tra tutti i bambini.
Infine, a chi ne avesse la possibilità, consigliamo vivamente di visitare le strutture presenti in Guinea. Incontrare il bambino adottato e vedere la realtà nella quale vive è un’esperienza indimenticabile. Avremmo inoltre l’onore di mostrare i risultati del nostro impegno. Raccomandiamo di contattare con sufficiente anticipo l’associazione per una conferma della disponibilità e per ricevere le indicazioni necessarie ad organizzare adeguatamente il viaggio. I nostri volontari sono a completa disposizione per la visita e l’incontro con il bambino, ma non possono fornire supporto logistico per alloggio e trasporti. Tutte le spese restano a carico dell’interessato.